Radiofrequenza per combattere la cellulite, cosa sapere?

Le promesse per combattere l’odiata cellulite sono tante, ma un metodo davvero efficace e sicuro è la radiofrequenza. Perchè?

Per combattere la cellulite bisogna innanzitutto agire sui fibroblasti e sull’accumulo di liquidi che compromettono la circolazione sanguigna.

L’ipoderma infiltrato, infatti, crea masse adipose che formano i pannicoli di cellulite e la radiofrequenza agisce per smobilitarli.

Ma come funziona e che cos’è la radiofrequenza?

Come agisce e in cosa consiste?

Vediamo come si svolge una trattamento.

La seduta di radiofrequenza consiste nel far passare un manipolo sulle zone colpite dalla cellulite: non solo gambe, ma anche pancia e braccia.

Il macchinario della radiofrequenza produce onde elettromagnetiche e genera un calore benefico che agisce davvero in modo sinergico su più fronti.

Oltre a raggiungere l’ipoderma a beneficio della circolazione sanguigna, la radiofrequenza crea ossigenazione dei tessuti e stimola la produzione di collagene.

Il calore e le onde frazionate mobilitano i fibroblasti eliminando la ritenzione idrica e sciogliendo in profondità gli adipociti imbebiti di acqua e tossine.

Il trattamento non solo facilita lo scambio idro-salino diminuendo visibilmente la cellulite, ma dona fin dalle prime sedute un aspetto più tonico ed elastico ai tessuti trattati.

La fastidiosa buccia d’arancia piano piano diminuisce e la silhouette appare  più definita e curata.

Quante sedute

Le sedute di radiofrequenza vanno programmata per un ciclo di circa 10-12 sedute cadenzate in due volte la settimana per i primi 15 gg, che potranno diventare 1 dopo il piano d’attacco.

I risultati della radiofrequenza sono davvero consistenti.

Pensate infatti che dopo il primo ciclo di sedute, è importante un periodo di pausa durante il quale le fibre di collagene stimolate continuano comunque a formarsi e  protraggono l’effetto del trattamento anche nei mesi successivi.

Quanto costa la radiofrequenza?

 

Il costo di una seduta di radiofrequenza varia dalla durata del tempo stabilita in  base alle necessità della cliente.

L’operatore esperto e debitamente preparato saprà valutare il piano indicato per ciascuno.

La media è di 40 minuti per una spesa che parte dai 60 euro.

La soluzione migliore è sicuramente quella di acquistare un pacchetto con proposte vantaggiose e risultati molto soddisfacenti.

Controindicazioni:

La radiofrequenza non presenta particolari controindicazioni, ma in via del tutto precauzionale è sconsigliata in gravidanza.

Escluso questo caso, è sicuramente un trattamento piacevole e molto rilassante.

NOTA: Ricordiamo l’importanza di non eseguire radiofrequenze a casa: i macchinari devono essere utilizzati solo da personale competente e adeguatamente formato.

Lascia un commento